16 June 2019

I 90 anni di Jürgen Habermas

La lezione pubblica a Francoforte dal titolo
"Ancora una volta: sul rapporto fra 

moralità ed eticità"

Habermas terrà una lezione pubblica il 19 giugno presso l'Università di Francoforte, il giorno successivo al suo anniversario di nascita (Düsseldorf, 18 giugno 1929). La celebrazione s’intitolerà Ancora una volta: sul rapporto fra moralità ed eticità. Il titolo fa riferimento ad una conferenza che Habermas ha rilasciato nel 1982 all'Università di Amburgo: A proposito di moralità e moralità - Cosa rende "razionale" una forma di vita?.

Ricordiamo il recente libro che Castelvecchi ha pubblicato, raccogliendo diversi interventi inediti del filosofo tedesco sui temi europei, Ultima occasione per l'Europa (pp. 89). Un ultimo, ennesimo e disperato, appello di Habermas all'unità democratica e solidale europea. 

Negli ultimi anni, proprio nell'ambito della crisi dell'integrazione continentale, Habermas sta occupando un posto di spicco, superando anche il campo ristretto degli specialisti e riuscendo a ritagliarsi un ruolo di “intellettuale europeo”, letto e discusso dal più ampio pubblico, coltivando l’idea del filosofo come cittadino tra i cittadini, intercettando diverse platee di interlocutori.

3 June 2019

"A quest'Europa serve un nuovo umanesimo". Intervista a Julian Nida-Rümelin

Julian Nida-Rümelin (64 anni)
Una breve intervista al prof. Julian Nida-Rümelin, noto filosofo e politologo tedesco. E' stato lecturer della Cattedra Rotelli 2019 presso l'Università Vita-Salute San Raffaele. Abbiamo approfittato di questa collaborazione per porgli delle domande sulla sua proposta filosofica e sull'attualità politica.

Nida-Rumelin insegna filosofia e teoria politica alla Ludwig-Maximilians-Universität di Monaco di Baviera. E' stato consigliere culturale della città di Monaco di Baviera e ministro della cultura tedesco nel primo governo di Gerhard Schröder.

Gentile prof. Nida-Rümelin. Lei propone una filosofia che riscopri l’umanesimo. Cosa può significare oggi essere un politico “umanista”? Da ex Ministro della Cultura tedesco, in che modo si è servito del suo background filosofico nella sua attività politica? 

N-R: Filosofia e umanesimo. È appena uscito un mio libro “Umanesimo digitale” in cui sostengo questa posizione filosofica. Solo con il tempo mi è diventato chiaro che c’è un filo rosso nella mia filosofia pratica e che sono proprio gli elementi umanistici a darle continuità. Ci sono sicuramente degli aspetti antropologici che possono essere così riassunti: Essere umani significa possedere la capacità di sentirsi interpellati dalle ragioni. Su questi elementi antropologici si sviluppano le successive dimensioni: quella etica e politica. Politicamente si può articolare come la capacità di trattare gli altri come esseri sensibili alle ragioni.